Take
more.

Torna all'indice

05 08 2021

Pmi e digitalizzazione, la sfida vincente

La pandemia ha rivoluzionato l’approccio delle Pmi alla digitalizzazione e ha creato le premesse per un ulteriore sviluppo futuro. Il messaggio è chiaro: il digitale non è più un’opzione, ma una necessità per rimanere sul mercato.

Questi elementi sono emersi da una ricerca commissionata da Asus a Emetra su un campione di 400 Pmi italiane.

Secondo l’indagine, il 41% delle Pmi italiane dichiara di aver affrontato l’anno scorso  grandi cambiamenti a livello operativo e organizzativo. Non solo: molte sono  intenzionate a progettare, mantenere o ampliare le novità introdotte.

 

La rivoluzione dello smart working

Un ruolo importante in questo cambiamento lo svolge lo smart working, prima guardato con diffidenza e oggi come opportunità. Questa soluzione lavorativa è destinata a rimanere nel 67% delle Pmi.

Molte aziende si orientano verso modelli di maggior autonomia per le persone, che tengono in considerazione soprattutto i risultati, a prescindere dal luogo e dall’orario in cui lavoro viene svolto.

 

Crescono gli acquisti tecnologici 

Questo porta a conseguenze anche negli acquisti di strumenti tecnologici. Oggi il 55% delle Pmi utilizza pc portatili, mentre il 44% rimane ferma sui pc fissi, con gli acquisti di device portatili – tablet compresi – che dovrebbero crescere in futuro.

 

Dati e ricerche

19 04 2024

Mid-market, aumentano le donne in ruoli apicali

Dati e ricerche

Read more

19 04 2024

E-commerce, oltre una persona su tre vorrebbe più informazioni sui prodotti

Dati e ricerche

Read more