Take
more.

Torna all'indice

22 06 2021

La Gen Z è sempre più attenta all’ambiente

Millennial e Gen Z sono preoccupati soprattutto per l’ambiente, la disoccupazione e la salute. Lo rivela lo studio Millennial Survey 2021 di Deloitte. 

A essere particolarmente attenti ai temi dell’ambiente e della sostenibilità sono soprattutto i più giovani della Gen Z, nati tra il 1995 e il 2003, mentre i Millennial, nati tra il 1983 e il 1994, guardano con preoccupazione soprattutto al lavoro.

 

I più giovani attenti alla sostenibilità

In Italia, il 31% della Gen Z crede che, una volta terminata la pandemia, aumenteranno le persone che si impegneranno per proteggere l’ambiente.

Tra i Millennial, il 39% è preoccupato per la possibilità di perdere il lavoro, un dato superiore a quello riscontrato a livello mondiale (27%).

In generale, prevale in entrambe le categorie un crescente pessimismo causato dalla situazione creatasi con il Covid dal punto di vista sociale ed economico.

 

Diminuisce la fiducia nelle aziende 

Da segnalare anche il calo di fiducia verso le aziende: solo il 47% dei Millennial il 48% della GenZ pensa che le imprese abbiano un impatto sociale positivo.

Oltre ad ambiente e occupazione, un’altra preoccupazione dei giovani italiani è la salute, collocata al terzo posto. E anche in questo caso il dato è stato fortemente influenzato dalla pandemia.

Dati e ricerche

19 04 2024

Mid-market, aumentano le donne in ruoli apicali

Dati e ricerche

Read more

19 04 2024

E-commerce, oltre una persona su tre vorrebbe più informazioni sui prodotti

Dati e ricerche

Read more