Take
more.

Torna all'indice

19 03 2021

Milano Marketing Festival: l’era della Better Economy

Bisogna entrare nell’era della Better Economy e passare dall’idea del “me” a quella del “We”. A dirlo è stato Giancarlo Visconti di Flowe, intervenuto oggi alla prima giornata del Milano Marketing Festival 2021.

“Le aziende devono essere protagoniste della Better Economy in cui tutti siamo parte della stessa community – ha spiegato Barbara Quacquarelli dell’Università Bicocca – Occorre cercare un modo migliore di lavorare, apprendere, creare una relazione tra brand e persone. Ma non è possibile essere autentici e credibili se non si portano i temi della sostenibilità e dell’inclusione all’interno delle stesse organizzazioni aziendali. Non basta più fare ricerche di mercato e focus group: è necessario vivere quotidianamente certi valori all’interno delle comunità”.

 

Promuovere la cultura della sostenibilità

Andrea Severino di Healthy Virtuoso ha sottolineato l’importanza di una crescita di consapevolezza graduale per preparare le persone ad adottare stili di vita virtuosi, mentre per Alessandro Armillotta di AWorld bisogna promuovere la cultura della sostenibilità e imparare a vivere in equilibrio con il Pianeta.

“La crisi climatica è stata creata dall’uomo – ha detto – D’altronde, viviamo in un mondo in cui le zanne di un elefante valgono di più dell’animale stesso e una pianta morta più di una viva. Finché continueremo a seguire queste logiche la situazione del Pianeta continuerà a peggiorare e occorre invertire subito la rotta”.

Secondo Fiorino Iantorno dell’Università di Siena bisogna capire che non abbiamo altra possibilità se non quella di investire sulla sostenibilità e, in questo ambito, le aziende possono svolgere un ruolo importante.

Per Jacopo Schettini Gherardini di Standard Ethics un’azienda deve essere sostenibile a prescindere dal fatto che questa scelta porti valore anche se poi ci sono comunque ricadute positive dal punto di vista reputazionale.

Ricadute positive confermate anche da Auro Palomba di Community: “Le aziende più sostenibili hanno spesso dati di bilancio e risultati in Borsa migliori”.

 

The new shape of retail

I grandi cambiamenti in atto come impattano sul mondo del retail? “Oggi un aspetto sempre più importante è l’omnicanalità, ma sono pochi ad avere le competenze adeguate per gestirla in modo adeguato – ha detto Andrea Farinet della Liuc University – Questo genere di competenze, anche quando ci sono, hanno comunque bisogno di un ‘faro’ che è la strategia, la visione per poter rendere il cliente soddisfatto canale per canale”.

Secondo Gianluca Carrera di Dunnhumby la pandemia ha cambiato il modo di interagire con lo store, ma ci sono ancora dei gap da colmare dal punto di vista aziendale. “Il lockdown ha evidenziato anche delle impreparazioni, ma il cambiamento ormai sarà duraturo e non si tornerà indietro – ha spiegato Carrera – In ogni caso, ci sarà sempre la presenza fisica e come si articolerà lo scopriremo in futuro. Un aspetto da evidenziare è che in Italia abbiamo un numero elevato di carte fedeltà senza che ci sia ancora molta capacità di gestire la grande mole di dati a disposizione”.

Anche Mario La Viola di Crai ha confermato l’importanza dei dati: “Noi partiamo dalle persone e i dati forniscono informazioni fondamentali. Bisogna però saper leggere   e interpretare i dati per poter ottenere i risultati migliori. Questo vale a maggior ragione per Crai, che ha una presenza capillare su tutto il territorio con realtà anche molto diverse tra loro”.

Daniele Cazzani di Luxottica ha spiegato come la digitalizzazione accelerata dalla pandemia abbia portato non solo a uno sviluppo dell’e-commerce, ma anche ad attivare nuovi strumenti di pagamento nei punti vendita e al potenziamento della possibilità di scelta in negozio su cataloghi virtuali.

“Molti clienti continuano comunque a scegliere il negozio fisico, a cui accedere magari tramite prenotazione – ha detto Cazzani – Questo perché il nostro personale svolge anche un ruolo di consulenza e assistenza”.

 

 

 

 

 

 

 

 

ComunicazioneEventi

27 05 2024

Torna a ottobre “Advanced Tv, la video convergenza”

Eventi

Read more

27 05 2024

The AI advantage: ottimizzare l’omnichannel CX attraverso la data activation

Eventi | Tecnologia

Read more