Take
more.

Torna all'indice

22 07 2020

Le aziende dopo la pandemia, come ripartire

Terminato il lockdown le aziende si trovano ora nella situazione di un ciclista che deve ripartire dopo un brutta caduta. Cosa fare? Alcune risposte sono arrivate da un Webinar organizzato da Asseprim, la Federazione nazionale dei servizi professionali per le imprese.

Secondo Massimo Introzzi, esperto in consulenze aziendali, innanzitutto bisogna sostenere le aziende oggi per ritrovarle domani pronte a competere sui mercati nazionali e internazionali.

Gli imprenditori da parte loro devono:

  • difendere la propria azienda mettendola in condizioni di sopravvivere e poi ripartire;
  • sostenere i propri stakeholders;
  • sviluppare piani di evoluzione coerenti con il nuovo mercato competitivo.

 

Cinque azioni per rilanciarsi

“Le aziende soffrono, ma se ci si concentra su poche ma incisive azioni si può ripartire prima – ha spiegato Introzzi – Gestione cassa, miglioramento azione di marketing, cura del portafoglio clienti, cura dell’imprenditorialità e sviluppo partnership sono le cinque azioni per rilanciarsi. Non saranno la panacea, ma possono dare un contributo importante”.

In generale, Introzzi ha sottolineato che nel mondo oggi si è rotto il modello della globalizzazione. Entriamo in uno scenario in cui ci sarà un ridisegno delle alleanze commerciali ed economiche, un ripensamento delle catene logistiche e una maggiore attenzione all’ambiente. Di tutti questi fattori le aziende devono tenere conto per essere competitive sui nuovi mercati.

 

 

Eventi

21 06 2024

Tre aziende su cinque sono ancora senza un canale e-commerce b2b

Dati e ricerche | Eventi

Read more

20 06 2024

Lepre o tartaruga? Il paradosso del b2b italiano

B2B | Eventi

Read more