Take
more.

Torna all'indice

05 04 2022

Innovative payments, dal new normal al never normal

A livello globale, nell’offerta di innovative payments non bisogna più parlare di new normal, ma di never normal. Questo perché entrano continuamente in gioco nuovi attori con nuove proposte e nuovi business model. Il messaggio è stato lanciato  in occasione di un convegno sul tema organizzato dal Politecnico di Milano.

 

L’Italia cresce, ma è ancora in ritardo in Europa

“Per molti italiani la necessità è ormai diventata una trasformazione delle abitudini di pagamento – ha spiegato Umberto Bertelè del Politecnico di Milano – In questo contesto bisogna tenere presente il costante ruolo dell’innovazione tecnologica, soprattutto l’intelligenza artificiale”.

Valentina Portale del Politecnico di Milano ha sottolineato che nel 2021 si è assistito nel nostro Paese a una ripresa dei consumi con una crescita del 7%, ma questo non è stato sufficiente per ritornare alla situazione precedente la pandemia.

“Nonostante le riaperture accelerano gli acquisti di e-commerce, l’Italia cresce, ma è ancora solo 25esima in Europa per numero di transazioni pro-capite con pagamenti digitali – ha detto – Nel 2021, il valore del mercato dei pagamenti digitali in Italia è stato di 327 miliardi di euro, con un incremento del 22% rispetto al 2020. Sono cresciuti tutti gli strumenti di pagamento e hanno registrato un’impennata il numero delle transazioni (+34%)”.

 

Carte contactless sempre più usate

È significativo rilevare che gli italiani iniziano a usare le carte di credito anche per importi di poco valore. Nel nostro Paese, a usare pagamenti digitali sono 38,9 milioni di persone, per un transato medio annuo di 8.400 euro (23 euro al giorno, 162 euro la settimana).

Tra i sistemi innovativi di pagamenti, l’anno scorso quelli con carte contactless (126,5 miliardi di euro) sono risultati i preferiti nei negozi fisici, grazie anche alla maggiore diffusione delle carte abilitate e dei Pos. L’incremento maggiore ha però riguardato mobile e wearable payments in negozio, cioè pagamenti da smartphone oppure oggetti indossabili. Il loro valore è stato di 7 miliardi di euro, il doppio rispetto al 2020 (+106%). Il risultato è stato ottenuto con un mix di elementi quali soprattutto semplicità, velocità e utilità.

“Una tendenza molto interessante nel 2021 è stato il Buy Now, Pay Later, cresciuto a ritmi molto sostenuti – ha spiegato Ivano Asaro del Politecnico di Milano – Anche in questo, come in altri casi, la pandemia ha svolto una funzione di accelerazione e ne ha favorito una più rapida diffusione”.

 

 

 

Dati e ricerche

24 05 2024

Ict in Italia, quota femminile sempre troppo bassa

Dati e ricerche

Read more

23 05 2024

Per 9 persone su 10 la sostenibilità ha un ruolo centrale o importante negli acquisti

Dati e ricerche

Read more