Take
more.

Torna all'indice

08 09 2020

Il Netcomm Forum torna a ottobre

La prossima edizione del Netcomm Forum si svolgerà online dal 7 all’8 ottobre. Un evento atteso, che si focalizzerà su due settori.

“Il 2020 è un anno di forte di discontinuità dello scenario economico e una milestone di cambiamento dei comportamenti dei clienti, dell’e-commerce e del retail – spiegano gli organizzatori – Per questo, oltre al tradizionale appuntamento di maggio, Netcomm Forum Live arriva nell’autunno 2020, per apprendere, discutere e ri-progettare le proprie strategie digitali e distributive. Sotto i riflettori della due giorni di ottobre due settori emblematici del cambiamento, con due eventi nell’evento: il Fashion & Lifestyle e il Food & Grocery. Due settori molto diversi, con traiettorie evolutive diverse, ma esemplificativi.  Il Fashion & LifeStyle che guarda a Oriente alla ricerca dei nuovi modelli di consumo, al nuovo ruolo del lusso e ai nuovi modelli ibridi fisico-digitale. Il Food & Grocery diventa protagonista e guida il ri-disegno dei servizi per l’e-commerce e l’inclusione dei negozi di prossimità.

In attesa dell’edizione di ottobre, rileggiamo cosa avvenne a maggio.

 

Italia digitale, in un mese un salto evolutivo di dieci anni

L’evento si aprì con un intervento di Roberto Liscia, presidente di Netcomm Forum: “L’Italia digitale in un mese, a seguito del lockdown, ha fatto un balzo in avanti di dieci anni. Siamo in un momento in cui si affacciano nuovi paradigmi di sviluppo del settore e-commerce – ha spiegato Liscia – Nel mondo si assiste a una crescita continuativa di prodotti e servizi online”.

 

Convenienza e comodità guidano gli acquisti

I volumi maggiori li registra la Cina, che ha una crescita elevata. Oggi l’atteggiamento generale degli acquirenti verso l’esperienza di acquisto online è guidato da convenienza, comodità, e il primo driver è la spedizione a casa. In Italia, la situazione è molto in evoluzione e si registra un incremento online dei retail tradizionali.

Cosa è cambiato in questo periodo di pandemia? “Il numero di nuovi clienti è cresciuto in modo esponenziale e oltre due milioni di consumatori sono diventati e-shoppers – ha risposto Liscia – Il 77% dei merchant online ha acquisito nuovi clienti e l’andamento generale delle spedizioni è stato in costante aumento dal 15 febbraio in poi, con prezzi in forte movimento”.

E in futuro cosa accadrà? “I settori che cresceranno di più sono e-commerce, modern food retail e medical appliances”, è la previsione di Liscia.

Per capire gli scenari futuri può essere utile osservare quello che avviene in Cina, dove i negozi poco frequentati investono nelle app, gli ordini a domicilio sono esplosi e si sperimentano robot e droni per la consegna di prodotti.

“In Italia alcuni pensano che l’e-commerce sarà il primo settore per crescita nel 2020 – ha proseguito Liscia – A cambiare oggi è l’e-shopper, con un aumento significativo del tempo speso con device digitali, la crescita di media entertainment e l’aumento del digital payment in tutte le fasce d’età”.

Le sfide online per i retailer tradizionali sono:

  • aumentare le scelte;
  • rendere i prezzi trasparenti;
  • creare nuovi ruoli degli spazi fisici;
  • rafforzare la componente servizi;
  • creare una vera omnicanalità.

Sale il food & grocery, scende il turismo

Valentina Pontiggia del Politecnico di Milano ha ricordato i segnali molto incoraggianti per l’e-commerce italiano l’anno scorso. Nel 2019, il settore ha raggiunto un valore di 31,6 miliardi di euro, con una crescita del 15% rispetto al 2018.

“Con il lockdown sono subentrate misure restrittive per il commercio e l’e-commerce è diventato essenziale – ha detto Valentina Pontiggia – Dal punto di vista dell’offerta per i beni necessari ci sono stati i primi approcci all’e-commerce, sia di Pmi sia di top retailer, il potenziamento del servizio e le azioni sui consumatori, come la regolazione di accessi ai siti. Per i beni non necessari c’è stato il rallentamento o la chiusura dell’attività online”.

A salire sono stati settori come food & grocery, pet food, sport e fitness, healt & care, farmacia, a scendere sono stati soprattutto turismo e abbigliamento.

 

Omnicanalità: da scelta a necessità

Nel 2020 ci si può aspettare che l’e-commerce diventi più maturo grazie a nuovi investimenti. Dopo il lockdown ci potrà essere una caduta delle barriere d’acquisto online, più dimestichezza con i pagamenti digitali e un aumento del numero di Web shopper.

In questo contesto, in cui consumatori saranno più poveri, più digitali e meno internazionali, emergeranno tre modelli di retail basati su:

  • attenzione al prezzo;
  • attenzione al servizio;
  • integrazione omnicanale.

 

Eventi

11 07 2024

AI e dati per innovare il settore delle Life Science

Eventi | Tecnologia

Read more

08 07 2024

AI ed edge computing: opportunità e sfide in ambito data center

Eventi | Tecnologia

Read more