Take
more.

Torna all'indice

22 11 2021

IAB Forum 2021, digital advertising in crescita del 23%

Nel 2021 il mercato del digital advertising ha raggiunto un valore di 4,2 miliardi di euro, con una crescita del 23% rispetto al 2020. Questo si aggiunge al dato sul mercato pubblicitario complessivo, che quest’anno è pari a 9,5 miliardi di euro (+20%). I dati sono emersi in occasione della seconda giornata di IAB Forum 2021, durante cui è stata evidenziata la significativa crescita anche livello europeo, pari al 28,6%.

 

Una crescita di tutti i player

A cosa è dovuta la crescita, oltre al rimbalzo del mercato? “La novità è che non sono solo gli OTT a contribuire ai dati positivi, è una crescita di tutti i player – ha spiegato Andrea Lamperti del Politecnico di Milano, che ha presentato i risultati del settore – Con la pandemia molte imprese si sono reinventate sui canali digitali e questo ha portato a nuovi investimenti. Ma la crescita è dovuta anche a dei formati, in particolare i video (+27%) e l’audio (+43%)”.

La suddivisione dei mezzi per investimenti pubblicitari è questa: Internet (45%), televisione (41%), stampa (7%), radio (4%) e OOH (3%). In particolare, il formato video è sempre più centrale nella comunicazione e si registra una particolare vivacità nel mondo della Connected TV.

“Il mercato è dinamico, ma ci sono anche alcune criticità – ha commentato Carlo Noseda di Iab Italia – Uno riguarda gli aspetti normativi, che dovrebbero tenere in considerazione il fatto che il 75% del mercato è in mano agli OTT ed è necessario riequilibrare”.

 

L’importanza della creatività

Federico Capeci di Kantar Italia ha spiegato che il 71% degli investitori non è ancora certo di come impattano i propri investimenti nel digital advertising. In realtà, il 13% delle vendite deriva proprio dalle campagne di comunicazione, che hanno effetto anche nel medio-lungo periodo.

“Im media possiamo dire che un euro investito in advertising produce due euro di vendite – ha detto Capeci – Il digitale non è solo un fatto di media: il 50% dell’impatto è determinato dalla qualità delle creatività, che deve tenere in considerazione i formati, la coerenza tra il brand e la comunicazione e la predisposizione dei consumatori”.

 

Il Big Bang futuro del Web 3

Antonio Montesano di Omd Italia ha parlato del Web 3 come del potenziale nuovo Big Bang digitale. È composto da:

  • blockchain;
  • nft (no fungible token);
  • criptocurrency.

“In particolare, un token non fungibile è un tipo speciale di token crittografico che rappresenta qualcosa di unico – ha detto Montesano – Vengono organizzare mostre in Nft durate cui si acquistano opere di artisti a cui vengono pagati i diritti”.

Secondo Montesano, il web è basato su decentralizzazione, shared economy e open protocols. Il tempo di agire adesso, ma bisogna usare queste tecnologie in modo coerente con il brand per unire le strategie di comunicazione”.

 

Un nuovo umanesimo del lavoro

L’imprenditore Brunello Cucinelli ha spiegato la sua idea di azienda, nella quale le persone possono lavorare in armonia con dignità e in cui il profitto è etico.

“La tecnologia è utile, ma bisogna governarla e considerarla un mezzo, non un fine – ha detto – Non si può essere connessi 24 ore su 24, ma riequilibrare la nostra vita. Bisogna valorizzare l’intelligenza che viene dall’anima, tornare a educare e usare la gentilezza. È sbagliato parlare di consumatori, è meglio il termine utilizzatori. In sintesi, è necessario un nuovo umanesimo nel mondo del lavoro”.

 

La Bobo Tv su Twitch

Nicoletta Besio ha presentato Twich Italia, il servizio di live streaming leader al mondo che si occupa di intrattenimento in diretta dal vivo con interazione tra streamer, community e brand.

Tra le trasmissioni di punta ha Bobo Tv, il canale dell’ex calciatore Bobo Vieri che conta su un pubblico di 300-350 mila persone a puntata. “L’idea è nata durante il lockdown, con alcuni collegamenti con ex compagni di squadra su streaming – ha spiegato Vieri – Poi siamo passati a Twitch ampliando i collegamenti, coinvolgendo a ogni puntata Cassano, Adani, Ventola e anche il pubblico dei giovanissimi, che non ci ha mai visti giocare ma si interessa al calcio. Il successo è stato tale che ora faremo un tour nei teatri dal vivo”.

 

La super car elettrica nella Motor Valley

Katia Bassi ha presentato il progetto di Silk-Faw, società all’85% americana e al 15% cinese, per creare delle super car elettriche e ibride nella Motor Valley italiana: l’Emilia-Romagna.

“Questa zona dell’Italia è stata scelta per la genialità che da sempre viene messa nella progettazione delle macchine – ha spiegato – Qui esiste un perfetto mix tra componente tecnologica e umana”.

Francesco Avanzini di Conad ha avvisato che sta arrivando la tempesta perfetta perché stiamo per entrare in un momento inflattivo, premessa per una crisi di consumo.

“L’inizio dell’anno prossimo sarà difficile e il post-pandemia farà uscire dalla segmentazione dei clienti per classi di consumo per andare verso livelli molto più personalizzati – ha concluso Avanzini – L’obiettivo finale da raggiungere sarà la loyalty”.

 

 

 

 

 

Comunicazione

19 06 2024

Tv streaming, tre persone su quattro favorevoli alla pubblicità

Comunicazione | Dati e ricerche

Read more

12 06 2024

Il video pesa il 55% della raccolta pubblicitaria

Comunicazione | Dati e ricerche

Read more