Take
more.

Torna all'indice

02 09 2020

Football Data Analyst, la nuova professione del calcio

Le nuove tecnologie fanno nascere nuove professioni: è il caso del Football Data Analyst, che studia e analizza la grande quantità di dati a cui si può accedere anche nel mondo del calcio tramite l’uso di sensori e wearable.

Sono ormai lontani i tempi di Nils Liedholm, che si rivolgeva a un “mago” di fiducia per avere consigli nelle scelte dei giocatori. Oggi le tecnologie rivoluzionano il mondo sempre più rapidamente e anche lo sport professionistico può e deve trarne beneficio.

 

Dai Big Data alla scelta della formazione

Ecco così il Football Data Analyst, che lavora sui Big Data raccolti durante partite e allenamenti, una figura in grado di diventare un importante consulente dell’allenatore fino a orientare, con i numeri, le scelte sui giocatori più in forma.

Un lavoro affascinante, quello dell’analista dei dati nel calcio, ma anche complesso,  delicato, che richiede una formazione adeguata. L’obiettivo è formare professionisti di primo livello sull’esempio di alcuni già affermati come Giuseppe Bellistri, Fitness Data Analyst, che proprio in questi giorni è finito sulle pagine dei giornali per essere entrato nello staff tecnico di Stefano Pioli, allenatore del Milan, dopo aver maturato un’importante esperienza all’Inter.

Ma ci sono molti esempi anche all’estero: ad esempio in Germania, dove l’uso dei dati nel calcio è già diffuso da tempo. D’altronde, anche al di là dello sport sono in molti a sottolineare come la figura del Data Analyst sia, anche in prospettiva, una delle più ricercate nel mercato del lavoro.

Tecnologia

11 07 2024

Il mercato dei servizi 5G raggiungerà 427,7 miliardi di dollari nel 2028

Tecnologia

Read more

11 07 2024

AI e dati per innovare il settore delle Life Science

Eventi | Tecnologia

Read more