Take
more.

Torna all'indice

15 04 2024

AI, nel 2028 avrà nel food un valore di 43,4 miliardi di dollari

Nel 2028, l’AI nel settore food raggiungerà un valore di ben 43,4 miliardi di dollari, confermando di essere un settore in forte espansione.

Lo rivela uno studio di PwC, che analizza anche la situazione attuale in base alle diverse aree geografiche.

La logistica e il controllo qualità

A guidare il mercato dell’intelligenza artificiale nel comparto alimentare è il Nord America con 3,5 miliardi di dollari, seguito da Europa (2,2 miliardi) e Asia-Pacifico (1,7 miliardi).

A prevalere è il segmento della logistica, ma in prospettiva la crescita maggiore dovrebbe riguardare il controllo qualità.

In Italia, l’AI è la tecnologia più adottata fra le 341 startup del settore Food Tech analizzate da PwC (42,8%), seguita da machine learning (37%), biotecnologie (32%), Internet of Things (28,6%), blockchain (10,5%) e robotica (9,5%).

Una rivoluzione in atto

“La rivoluzione dell’AI nel settore F&B non è solo una proiezione futuristica, ma una realtà in atto – ha detto Vincenzo Tanania, Innovation Director PwC Italia – Come dimostrano i dati emersi è evidente una crescita esponenziale del mercato e delle applicazioni innovative lungo tutta la filiera di settore. L’impatto della GenAI e l’utilizzo strategico dei dati stanno plasmando un nuovo paradigma di business data-driven, focalizzato sulla personalizzazione, efficienza e sostenibilità. Le aziende che sapranno cavalcare questa onda, integrando le soluzioni AI nelle loro strategie e processi, non solo guideranno attivamente il cambiamento, ma risponderanno efficacemente alle crescenti aspettative dei consumatori in termini di qualità, sicurezza e sostenibilità dei prodotti alimentari“.

Dati e ricercheTecnologia

24 05 2024

Ict in Italia, quota femminile sempre troppo bassa

Dati e ricerche

Read more

23 05 2024

Scenario cookieless, l’AI può essere la soluzione

Tecnologia

Read more