23 Lug 2019

Un robot direttore d’orchestra

Si chiama RoDyMan (Robotic Dynamic Manipulation) ed è un robot molto particolare: è infatti in grado di dirigere un’orchestra. A realizzarlo è stato un gruppo di lavoro coordinato da Bruno Siciliano, docente della Federico II di Ravello, in provincia di Salerno.

RoDyMan è alto un metro e 95 e, assicura il professore campano, è pronto a dirigere musiche di Bach grazie a un giubbotto dotato di sensori in diverse parti del corpo.  Un ruolo fondamentale lo ha svolto anche un software, tramite il quale il robot ha acquisito i movimenti di un “vero” direttore d’orchestra.

Tutto destinato a rimanere solo una sperimentazione? Non proprio, questa sera RoDyMan sarà l’attrazione del Ravello Festival. E i suoi “fan” sono già numerosi, considerato che molte persone hanno già prenotato un posto soprattutto per lui.