29 Set 2020

In Italia un’adozione evoluta dello smart working

“Negli studi professionali italiani c’è stata un’adozione evoluta dello smart working, che ha riguardato almeno il 60% degli studi tra forme strutturali e informali”. Lo ha detto Federico Iannella del Politecnico di Milano, in occasione del convegno “Professionisti: dalla fragilità alla resilienza verso l’antifragilità“.

Iannella ha poi fatto un confronto con altri paesi raffrontabili al nostro. In Spagna, è stata registrata un’adozione immatura dei sistemi di smart working e la resistenza mentale ha costituito l’ostacolo principale al cambiamento.

In Francia l’adozione è stata prevalentemente di tipo informale. Gli strumenti sono diffusi, ma manca quasi sempre un sistema strutturato.

 

Knowledge management: le differenze tra Italia, Spagna e Francia

Lo studio ha analizzato anche il knowledge management. Nel nostro Paese è stata riscontrata un’adozione limitata, ma consapevole.  Il 22% di chi ha partecipato alla survey ha adottato un sistema di knolwledge management.

In Spagna c’è una sostanziale nebulosità sulla definizione, spesso confusa con training e formazione obbligatoria.

In Francia il contesto è frammentato e inconsapevole. Gli strumenti di knowledge management sono spesso presenti, ma manca una visione strategica.