16 Gen 2020

Turismo sostenibile in crescita

Negli ultimi anni il turismo sostenibile ha acquisito un ruolo sempre più importante. E sono ormai molti gli italiani che, quando decidono di organizzare una vacanza, tengono conto dell’aspetto ambientale.

La conferma arriva da uno studio di Astoi Confindustria Viaggi, associazione a cui aderiscono il 95% dei tour operator italiani. Secondo la ricerca, per seguire un criterio di sostenibilità alcuni preferiscono avere la consulenza di un’agenzia di viaggi o di un tour operator, invece di usare il sistema “fai da te” sul Web.

 

Il treno è il mezzo preferito

Alcuni tour operator offrono infatti pacchetti pensati proprio per soddisfare questa esigenza. Ma anche una piattaforma di prenotazione di mezzi di trasporto come Omio è attenta al turismo sostenibile e ha pubblicato uno studio in cui si evidenzia come in alcune tratte il treno sia non solo più sostenibile, ma anche più rapido dell’aereo. Questo vale, ad esempio, se si deve andare da Bruxelles a Londra, da Parigi a Marsiglia o da Roma a Firenze.

 

Giovani attenti alla sostenibilità

I più sensibili al turismo sostenibile sono i giovani, come evidenzia da un altro studio realizzato YouGov Deutschland su un campione di 7.218 persone di Italia, Germania, Spagna, Svezia e Regno Unito. Dalla ricerca emerge che per oltre una persona su due la soluzione più rispettosa dell’ambiente è il treno, mentre uno su quattro ha pensato al rispetto dell’ambiente prima di fare una prenotazione. In ogni caso, uno su dieci sulla lunga distanza preferisce sempre l’aereo.