16 Nov 2020

Moda, comunicazione e globalizzazione

A IF! 2020 Livia Firth di Eco-Age ha parlato del rapporto tra moda e comunicazione e della necessità di tramutare in un punto di forza l’urgenza che viviamo. L’immaginazione è importante in questo momento, la semplice elencazione dei fatti non convince le persone. Sono le storie a colpire le persone, a cambiarle, e anche la moda può essere una lente attraverso cui guardare il mondo. Nessun settore racconta meglio la globalizzazione della moda, ma è necessario creare una narrativa nuova e potente.

 

Trovare un nuovo storytelling

“Come Eco-Age abbiamo ad esempio raccontato una strategia di sostenibilità per brand importanti come Gucci e Diesel – ha spiegato – È importante trovare uno storytelling diverso, più profondo, preciso, vero, che si spinga a un futuro per cui valga la pena impegnarsi. Forse sono una sognatrice, ma cosa hanno fatto i realisti per cambiare in meglio la nostra vita? Hanno creato guerre, fame nel mondo, disastri ambientali. I realisti sono stati sopravvalutati, bisogna ricominciare a sognare”.