18 Dic 2019

L’Italia punta sulla blockchain

L’Italia crede nella blockchain e nel 2020 ospiterà un nodo tecnologico della Ebsi (European Blockchain Service Infrastructure), una piattaforma che si propone di fornire questo servizio in Europa ai paesi interessati. Tutto questo è emerso al meeting della European Blockchain Partnership, che si è svolto nei giorni scorsi all’Università Bocconi di Milano.

 

La blockchain, tecnologia con grandi potenzialità

La blockchain è considerata una delle tecnologie con il maggiore potenziale di sviluppo nei prossimi anni. Secondo l’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger del Politecnico di Milano, Di Blockchain si parla sempre di più, ma i progetti operativi censiti nel mondo sono solo 136 e i restanti, che portano il totale a 579, sono solo annunci.

A livello globale guidano gli Stati Uniti, con 96 progetti, seguiti da Giappone, Cina, UK, Corea del Sud. Le piattaforme private sono le preferite: solo il 10% dei casi è relativo a piattaforme pubbliche.

Il settore in cui questa tecnologia è più usata è il Finance (48% dei casi), ma crescono anche government (10%), logistica (8%), agrifood e media. I processi in cui questa tecnologia viene applicata sono soprattutto la gestione dei pagamenti (24%), quella documentale (24%) e la tracciabilità di filiera (22%).