18 Feb 2021

Il Festival della Comunicazione ricorda Umberto Eco

Il Festival della Comunicazione, nel quinto anniversario della scomparsa di Umberto Eco, gli dedica oggi un contenuto speciale in podcast con la voce di Francesco Pannofino.

L’iniziativa prende spunto anche dal fatto che Eco è stato otto anni fa tra gli ideatori del Festival.

“Ho avuto il piacere e il privilegio di lavorare per oltre 25 anni come direttore editoriale a fianco di Umberto Eco e di costruire con lui grandi opere – ha detto il direttore del Festival della Comunicazione Danco Singer – Umberto Eco è stato e rimane un maestro, per me e per tutti. Crediamo non ci sia modo migliore di ricordarlo che continuare a dar voce alla potenza comunicativa e formativa dei suoi stessi scritti che, come le parole dei grandi della cultura, restano sempre attuali e colpiscono l’animo umano in profondità”.

 

Dove ascoltare il podcast

Il podcast, intitolato Speciale Eco – Perché la filosofia, è disponibile gratuitamente
sul sito http://www.festivalcomunicazione.it/umberto-eco/

Si tratta di un saggio del 2014, in cui il filo rosso, per citare le sue parole, è “il pensare filosofico, quello che distingue gli uomini dagli animali”.

“Umberto Eco non ha mai smesso di ispirare: dal gusto per l’inesplorato all’ammirazione per l’innovazione, dall’entusiasmo per la sperimentazione dei linguaggi e delle forme alla volontà di conoscere, sviluppare, comprendere e narrare, l’inventare e lo stupire: su questa scia, insieme al mio gruppo di lavoro, guardiamo al futuro con nuove idee che mirano a riflettere e perpetuare il pensiero di Umberto – ha concluso Danco Singer – A partire da Historyland, l’ambizioso progetto che abbiamo in cantiere e che tradurrà in realtà quel ‘palazzo-storia’ che in maniera visionaria Umberto Eco descriveva già nel lontano 1997”.