02 Apr 2020

Coronavirus, un Osservatorio di AgCom sulla disinformazione online

Coronavirus, un Osservatorio di AgCom sulla disinformazione online

Speciale coronavirus: al via il primo numero sulla disinformazione online di AgCom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Dallo studio emerge un’incidenza della disinformazione on line di circa il 5%, con un calo negli ultimi giorni dovuto a un incremento della componente informativa.

 

Dalle fake news alla nascita di una task force

Tra le tante fake news segnalate da AgCom ci sono, ad esempio, quella sulla vitamina C , che favorirebbe la guarigione da Covid-19, e sull’ibuprofene, in grado di peggiorare la malattia.

Il Consiglio di AgCom ha inoltre creato una task force specifica sugli effetti delle “bufale” su un tema così delicato quale la salute dei cittadini, con il coinvolgimento di nomi autorevoli quali Pietro Gravino (SONY Computer Science Lab di Parigi), Vittorio Loreto (Dipartimento di Fisica dell’Università di Roma “La Sapienza” e SONY Computer Science Lab di Parigi), Luciano Pietronero (Dipartimento di Fisica dell’Università di Roma “La Sapienza” e Istituto Enrico Fermi di Roma), Walter Quattrociocchi e Fabiana Zollo (Università Ca’ Foscari di Venezia), Antonio Scala e Emanuele Brugnoli (Istituto dei Sistemi Complessi del Consiglio Nazionale delle Ricerche).

Lo Speciale Coronavirus dell’Osservatorio sulla disinformazione online può essere scaricato sul sito di AgCom.