23 Nov 2020

Aziende e agenzie: se non mi capisci sei distante

A IF! 2020, il Festival della creatività, quest’anno solo online, è intervenuto, tra gli altri, Matteo Sarzana di Deliveroo Italia, azienda che consegna cibo a domicilio. Oggi copre il 40% della popolazione italiana, ma l’obiettivo è arrivare a una copertura totale. Sarzana si è soffermato sul rapporto tra aziende e agenzie.

“Quando nascono problemi c’è un concorso di colpe – ha spiegato – Le aziende hanno bisogno di partner che non si occupino solo di comunicazione, ma di tutti gli aspetti che entrano in gioco in un determinato contesto. Se questo spesso non accade è anche perché le aziende danno per scontate che le agenzie possano capire tutto senza spiegazioni. Le aziende devono quindi aprirsi alle agenzie in modo più ampio e le agenzie devono comprendere tutti i diversi aspetti in cui un’azienda opera”.

 

L’agenzia ideale 

Come dovrebbe essere l’agenzia ideale? Secondo Sarzana deve avere la capacità di ascoltare e tradurre tutto in un messaggio di comunicazione. In futuro avranno successo due tipi di agenzie:

  • quelle molto specializzate;
  • quelle che sapranno offrire una consulenza di ampio spettro.

“Le opportunità ci sono, ma il tema è diventare dei veri e propri consulenti per le aziende – ha proseguito Sarzana – E più della creatività è importante che il messaggio di comunicazione sia giusto”.