01 Dic 2020

Analytics divide, nei giorni della pandemia cresce il gap

Nel settore Analytics il Covid ha portato a un aumento del gap tra le aziende mature, che già adottavano questi sistemi, e quelle che già prima erano indietro. È quanto emerso oggi a un convegno organizzato online dal Politecnico di Milano.

“Abbiamo cercato di fotografare e comprendere lo stato dell’arte degli Analytics – ha detto Carlo Vercellis del Politecnico di Milano – È stato importante farlo in questo momento in cui i dati sono al centro del dibattito pubblico”.

 

Il mercato cresce del 6%

Dall’Osservatorio del Politecnico di Milano emerge che nel 2020, in Italia, il mercato degli Analytics ha raggiunto un valore di 1.815 milioni di euro, con una crescita del 6% rispetto all’anno precedente. Un dato positivo, anche se nel 2019 l’incremento era stato del 23%.

Lo studio sottolinea che il 32% delle aziende intervistate dichiara che con la pandemia il tema è stato messo in secondo piano e il 34% dice di aver rallentato la sperimentazione in ambito Advanced Analytics.

Il budget Analytics nel Public Cloud mantiene comunque un buon tasso di crescita: +24%.

Le tendenze accentuate dall’emergenza sono:

  • riduzione delle risorse a disposizione;
  • necessità di ripensare i modelli predittivi;
  • decisioni tempestive in condizioni di elevata incertezza;
  • maggiori richieste informative.

Tra i settori in cui si registra un maggior utilizzo degli Analytics ci sono le banche (28%), l’industria manifatturiera (24%), le telecomunicazioni e i media (14%).

 

Buoni segnali per il futuro

In generale, crescono i progetti che si avvalgono di strumenti e metodologie avanzate per gestire con efficacia processi decisionali di elevata complessità, con il 46% delle aziende che nel 2020 ha modificato le proprie priorità progettuali. Si assiste a fenomeni come l’efficientamento dei processi interni (61%) e il miglioramento della relazione con i clienti (21%).

Nelle Pmi l’impatto dell’emergenza ha portato nel 32% dei casi a un rallentamento in ambito Analytics, ma c’è anche un 22% che ha registrato elementi di accelerazione.

“Anche nell’attuale contesto difficile il mercato Analytics continua a crescere con qualche segnale incoraggiante anche dalle Pmi – ha concluso Alessandro Piva del Politecnico di Milano – In particolare, tra le aziende mature nell’emergenza si è registrata una crescita di interesse e delle nuove opportunità di cambiamento culturale in ottica data driven. Sono segnali che fanno ben sperare per il futuro.